percorso: home : Notizie : Avvisi Mercoledì 20 Settembre 2017
  • Avvisi

    Venerdì 04 Aprile 2014, 19:04
    • Aziende in crisi vendono terreni

      scadenza 30-07-2005

      luglio092005

      Un segnale preoccupante e significativo della realtà economica del Quartier del Piave arriva dal Pip di Soligo: diverse aziende, impossibilitate a costruire hanno chiesto all'amministrazione comunale di Farra di Soligo di riprendersi indietro i lotti. Approvato dalla Regione nel '92 e dal consiglio comunale nel '96 questo Pip è stato creato per ospitare 43 aziende. I lavori sono iniziati nel'98 e nel 2001 si sono conclusi con tutti i lotti disponibili assegnati. Le aziende avevano l'obbligo di iniziare la costruzione dei capannoni entro un anno dall'assegnazione, ma a distanza di oramai quattro anni ce ne sono ancora diverse che non hanno edificato nulla. Ed ora, trovatesi in questa situazione di morosità e di impossibilità nel costruire per problemi legati alla crisi economica, chiedono all'amministrazione di riassegnare i lotti. «Le nostre industrie - spiega il sindaco Domenico Citron - sono in forte difficoltà. Hanno acquistato i lotti in un periodo di crescita economica ed ora, che il contesto è decisamente cambiato, non riescono a edificare. Hanno chiesto all'amministrazione un aiuto. Noi ci siamo impegnati nelle opere che agevolino la viabilità e quindi a realizzare e completare la viabilità in uscita dal Pip. Una volta definite le cause pendenti potremo pensare ad una riassegnazione dei lotti. Ora, che le aziende stanno subendo così fortemente la crisi, è necessario creare un'alternativa: sto insistendo molto nel turismo enogastronomico. Dobbiamo potenziare il settore vitivinicolo, i bed & breakfest, le attrattive ambientali e storiche». Un Pip, quello di Soligo, fortemente osteggiato da una parte della popolazione e contro il quale una ventina, dei circa cento proprietari dei terreni espropriati, hanno fatto ricorso al Tar, perdendolo, appellandosi al Consiglio di Stato. Consiglio che si pronuncerà il 15 luglio.
    • Nuove zone residenziali bocciate dalla Regione

      scadenza 25-07-2005

      luglio072005

      Per la Commissione tecnica manca una adeguata analisi della dinamica demografica alla variante parziale al Prg presentata nel 2003 dalla Giunta Arman.Tra i progetti respinti anche la pista di motocross. L'area ricade in prossimità dei Palù e non è servita da adeguata viabilità di accesso... Pioggia di no dalla Regione sulla variante parziale al Prg del comune di Farra di Soligo. Una variante adottata ancora nel 2003 dall'allora giunta Arman. A seguito della procedura di pubblicazione e deposito del progetto sono pervenute al comune 18 osservazioni dei cittadini e 3 direttamente in Regione. Di queste effettivamente trattate sono state 12, 7 delle quali respinte. La variante, inoltre, prevedeva 53 modifiche puntuali, di queste ben 23 sono state cassate dalle commissione tecnica regionale. Commissione che ha evidenziato come con questa variante sia stato richiesto un aumento dei vani abitativi senza un'adeguata analisi della dinamica demografica e ha stralciato la maggior parte di ipotesi di nuove zone residenziali, predileggiando la tutela e la sicurezza del territorio. E così bocciata la pista di motocross, individuata in un'area a sud dell'abitato di Farra , in prossimità del macello, in quanto l'area ricade in zona adiacente ai Palù e non è corredata da adeguata viabilità di accesso. Bocciato l'ampliamento di una zona residenziale di 1.005 mq per nuovi edifici, di un'altra a sud della S.P. dei Colli, in località Cao Villa, di un'altra prospettante la chiesa di Col San martino. E così via. «La proposta di variante - si legge nelle controdeduzioni della Regione - appare carente di una corretta ed esauriente motivazione che configuri in modo preciso le esigenze, in quanto generalmente non si possono considerare logiche e ammissibile e conformi alla disciplina urbanistica argomentazioni che facciano riferimento a esigenze di privati dovute a necessità familiari o a problemi legati al mercato immobiliare. La variante si compone di numerossissime variazioni di modesta entità, che non sono improntate su di una corretta valutazione delle implicazioni urbanistiche che comportano, e pertanto si configurano come incognite sul territorio, che tendono a risolvere solo problemi particolari». Ma non solo la commissione ha anche invitato il comune a redigere una «variante generale più approfondita». «È necessario - continua - che il comune non proceda all'adozione di piccole modifiche settoriali avulse dal contesto generale del piano, ma si faccia carico delle varie istanze in modo approfondito con una variante generale finalizzata a dotare il comune di una valida struttura urbana». E alla giunta Citron non è rimasto che recepire e portare in consiglio le controdeduzioni della Regiuone. Consiglio, che con il voto contrario del gruppo Farra Domani e l'astensione di Farra per voi, le ha accolte. [Fonte: Il Gazzettino]
    • Appaltati i lavori di ampliamento per le scuole elementari

      scadenza 09-07-2005

      giugno262005

      In arrivo dalla Giunta Citron la soluzione per la pressante richiesta di ulteriori aule scolastiche, dovuta all'aumento degli alunni. La prossima settimana verranno affidati i lavori per realizzare il progetto di ampliamento delle scuole elementari. La ditta Bettiol srl di Arcade si è aggiudicata la gara d'appalto per l'ampliamento delle elementari e l'adeguamento del fabbricato alla normativa per la prevenzione degli incendi. L'importo a base d'asta dell'intervento presso il sito scolastico è di 149.159 euro comprensivi dei costi della sicurezza. La decisione della giunta comunale di procedere subito con l'ampliamento della scuola elementare, assunta nel marzo scorso, prende il via dall'analisi dei dati demografici del comune che fanno prevedere un incremento della popolazione scolastica tale da rendere insufficiente l'attuale dotazione di aule. «Anche la strutturazione dell'istruzione primaria, così come prevista dalla riforma del ministro Moratti - osserva il sindaco, Domenico Citron - ci ha fatto propendere per un intervento di immediato adeguamento degli edifici scolastici, in modo da rendere un servizio sempre più puntuale alla cittadinanza».
    • Comunità alloggio per disabili: Rinnovato l'appoggio dei Comuni

      scadenza 09-07-2005

      giugno252005

      Continua l'appoggio delle amministrazioni comunali di Pieve di Soligo, Farra di Soligo, Refrontolo e Sernaglia della Battaglia alla realizzazione della comunità alloggio per persone diversamente abili dell'associazione Fabrizio Viezzer, già in fase di realizzazione a Soligo. Tutte le amministrazioni hanno, infatti, rinnovato anche per il 2005 il contributo di un euro per abitante. L'iniziativa, promossa due anni fa dalla associazione Viezzer, con l'intenzione di coinvolgere nella realizzazione della comunità anche gli enti del territorio, ed in particolare i comuni, continua a incontrare interesse delle amministrazioni del Quartier del Piave, ma anche della Vallata, e di tanti privati che in varia misura stanno concorrendo alla copertura delle spese. E le offerte vengono immediatamente utilizzate per coprire i costi legati all'impiantistica, alle finiture, insomma alle spese correnti di questi giorni. «C'è un pizzico di soddisfazione in quanti ci hanno creduto sin dall'inizio - spiega Roberto Bellè, consigliere dell'associazione - ed in quanti collaborano affinchè ogni aspetto sia tecnico che operativo sia in linea con il progetto globale. Sono volontari che quotidianamente dedicano una parte del proprio tempo per questo ed altri progetti promossi dalla Viezzer».
    • A tre giovani artisti della Zanella il concorso Sguardi sul Territori

      scadenza 26-06-2005

      giugno132005

      Stefano Giotto, Ludovica Canel e Silvia Berti, tre studenti con spiccata vena artistica della scuola media di Farra di Soligo, sono stati premiati nei giorni scorsi presso l'aula magna della scuola enologica di Conegliano, per aver vinto il concorso indetto dagli organizzatori della rassegna Calici di vini dal titolo: sguardi sul territorio. Anche l'edizione 2005 della Primavera del Prosecco, oltre a proporre le varie mostre dei vini, gli itinerari tra i colli nella magica stagione dei colori e dei profumi, ha offerto all'interno della manifestazione Calici di. Vini una rassegna di elaborati grafici, pittorici, saggi letterari e fotografici, realizzati dagli alunni delle scuole medie del territorio, inerenti al paesaggio e agli usi e costumi della gente veneta. Il primo premio per il miglior disegno in concorso è stato assegnato a Silvia Berti. Quindi quello per la miglior poesia a Ludovica Canel. Mentre per la migliore fotografia tutti gli onori sono andati a Stefano Giotto. Un riconoscimento particolare è andato anche agli insegnanti ed al dirigente scolastico della scuola media Giacomo Zanella di Farra di Soligo, dottor Bonifacio De Vido.
    • Ladri nella chiesa di Santo Stefano

      scadenza 07-09-2005

      maggio262005

      Non è stato ancora quantificato il bottino del furto messo a segno domenica scorsa all'interno della parrocchia di Santo Stefano a Farra di Soligo. I malviventi si sono appropriati del denaro custodito nella cassettina delle offerte. La denuncia è stata presentata ieri ai carabinieri di Col San Martino, dal parroco Don Egidio. Secondo una prima ricostruzione dell'accaduto effettuata dai carabinieri, intervenuti sul posto per un sopralluogo, i malviventi sono entrati in azione in piena notte. Lontani da occhi indiscreti si sono messi ad armeggiare sul portoncino della chiesa. Con un grimaldello sono riusciti a scardinarlo. Aperto un varco, sono entrati nella parrocchia. I ladri si sono messi alla ricerca di oggetti di valore e denaro. Hanno posato la loro attenzione alla cassettina delle offerte, l''hanno scassinata, asportando tuto il denaro custodito all''interno. Presi i soldi i malviventi si sono allontanati. Forse all'esterno ad attenderli c'era un complice a bordo di un'automobile. Il giorno dopo il parroco si è accorto del furto, decidendo di presentare la denuncia ai carabinieri. Il bottino non è stato quantificato.
    • Record per la Mostra del Prosecco

      scadenza 22-08-2005

      aprile172005

      Numeri da record per la 49° edizione della Mostra del Prosecco di Col San Martino. Nei venti giorni di apertura sono giunte nei locali dell'ex casa mezzadrile Paccanoni più di 55.000 persone. «Un affluenza record - dichiara il presidente della Pro Loco, Alberto Follador - se si tiene conto che i portoni della rassegna sono rimasti chiusi un'intera domenica, in segno di rispetto per il lutto del Santo Pontefice. Inoltre questa edizione va in archivio con altro grande numero: oltre 20.000 bottiglie di vino vendute. Desidero ringraziare tutti i volontari che hanno collaborato e l'amministrazione comunale»
    • Resistenza nel Quartier del Piave

      scadenza 21-05-2005

      aprile152005

      Un libro sulla Resistenza nel nostro territorio. Un libro per ricordare le vicende accadute nel settembre del 1944 e l'uccisione di sette civili a Soligo e uno a Monchera. Questa l'iniziativa dell'assessorato alla Cultura di Farra di Soligo, che ha già stanziato 13 mila euro per finanziare la pubblicazione del testo. A cura di Daniele Ceschin, il volume analizzerà il contesto amministrativo, economico e sociale del comune di Farra durante la seconda guerra mondiale, la Resistenza nel Quartier del Piave, l'estate-autunno del 1944, gli episodi di violenza, quindi i rastrellamenti e gli incendi, infine l'eccidio degli otto civili. Un episodio che verrà ricostruito anche grazie alla testimonianza di persone presenti ai fatti e ancora viventi: «Questo avvenimento - spiega l'assessore alla Cultura Ivana Merotto - ha rischiato di essere cancellato per sempre dalla nostra memoria. Per questo noi desideriamo realizzare un libro che sia rigoroso dal punto di vista storico, ma discorsivo nella lettura e quindi fruibile da tutti i cittadini, per portare a conoscenza del maggior numero di persone i fatti del nostro passato. Il libro sarà pronto per la fine dell'anno».
    • Con l'autunno ritorna la Festa degli Alberi

      scadenza 22-10-2005

      aprile082005

      Ampio programma di salvaguardia ambientale e di sensibilizzazione quello proposto dalla giunta Citron. Primo atto simbolico sarà il ripristino della Festa degli Alberi, manifestazione andata perduta nella quale i bambini delle scuole elementari mettono a dimora diversi alberi sul territorio comunale. Festa che quest'anno, invece, ritorna e si svolgerà in autunno. Il Comune ha poi stanziato 5.500 euro per iniziative a favore dell'ambiente, tra le quali i monitoraggi sull'inquinamento elettromagnetico, sulla qualità dell'aria e diversi convegni a tema. Continua inoltre l'impegno dell'amministrazione nel processo di certificazione ambientale EMAS, insieme ai comuni di Sernaglia, Pieve, Moriago e Vidor, per il quale la giunta ha messo a bilancio 2.000 euro. «L'obiettivo - spiega l'assessore all'ambiente Mary Dorigo - è quello di migliorare la qualità della vita nelle sue molteplici sfaccettature: dall'aria che respiriamo all'acqua potabile, fino alla raccolta differenziata dei rifiuti. Per raggiungere questi obiettivi è necessario l'impegno dell'amministrazione e la partecipazione attiva della popolazione alla tutela dell'ambiente. Partecipazione che si potrà incrementare attraverso iniziative di sensibilizzazione rivolte soprattutto ai giovani».
    • Nuova sede per le Associazioni

      scadenza 30-04-2005

      aprile072005

      La vecchia farmacia di Farra di Soligo diverrà il nuovo centro sociale destinato a tutte le associazioni del paese. Lo stabile di via Patrioti fu acquistato anni addietro dall'amministrazione comunale e fino ad oggi è rimasto in disuso. Ora la giunta Citron ha deciso di aprire i locali alle associazioni del paese, che in molti casi non hanno una sede. Per l'iniziativa la giunta ha già stanziato, nel bilancio di previsione 2005, 7.000 euro. «Abbiamo già contattato le varie associazioni - spiega l'assessore Paolo Brugnera - gli abbiamo mostrato il centro e fatto scegliere le stanze che ritenevano più adeguate alle loro esigenze. Abbiamo già invitato le associazioni a prendere possesso dei locali, ma comunque a breve ci sarà una piccola inaugurazione simbolica». All'interno del nuovo centro dovrebbe trovare spazio anche la nuova sede del centro anziani: «Abbiamo proposto - spiega Brugnera - ai soci del centro anziani, che attualmente si trova in una stanza dietro il municipio, che devono condividere anche con altre associazioni, di trasferirsi nel nuovo centro. Credo che questo spazio venga meglio incontro alle loro esigenze. Comunque vedremo, perché non voglio certo imporre delle scelte, ma cercare un accordo».

    Pagina: <<<113114115116117>>>